Rischio elettromagnetico D.Lgs. 81/08 ambienti di lavoro - CEMLAB

Vai ai contenuti

Menu principale:

Servizi > Ambienti di lavoro

Ambienti di lavoro: valutazione

Rischio elettromagnetico secondo D.Lgs. 81/08

Valutazione Rischio CEM: Perché effettuarla? 

Il Decreto legislativo 81/08 prevede la valutazione dei rischi da esposizione a campi elettromagnetici a cui sono sottoposti i lavoratori. Per effetto della direttiva 2013/35/UE, il Titolo VIII Capo IV (Protezione dei lavoratori dai rischi di esposizione a campi elettromagnetici) è stato riformulato dal Decreto Legislativo 159/2016, per essere allineato alla nuova direttiva europea. Attualmente, sono sia richiedibili che sanzionabili le inottemperanze agli obblighi previsti dal Capo IV. Maggiori dettagli
I nostri servizi

Valutazione preliminare del rischio CEM

Valutazione preliminare del rischio CEM

Valutazione completa del rischio CEM

Valutazione completa del rischio CEM

Altre consulenze

Altre consulenze
Le sanzioni previste
L'articolo 219 elenca le sanzioni previste a carico del datore di lavoro e del dirigente nel caso di inosservanza delle disposizioni previste dal Capo IV, in particolare degli articoli 209 (Valutazione dei rischi e identificazione dell'esposizione) e 210 (Disposizioni miranti a ridurre i rischi). Arresto da tre o sei mesi o ammende fino a 7014 Euro.

Flyer Cemlab (2 pagine)

Articoli del nuovo Titolo VIII
Su richiesta, effettuiamo verifiche in ambiente di lavoro secondo criteri precauzionali, volti alla minimizzazione dell'esposizione dei lavoratori.
Criteri precauzionali
  • "Options to Minimise Non-Ionizing Electromagnetic Exposures in Office Environments" - K. Gustavs

Nuovo Titolo VIII Capo IV (CEM)

Decreto Legislativo 159 /2016 (Attuazione Direttiva 2013/35/UE)

Direttiva europea 2013/35/UE (italiano)
Testo Unico 81/08 (versione non ancora aggiornata) - link esterno
Linee guida ISPESL-ISS su Decreto Lgs. 81/2008 Titolo VIII,Capo IV
carrello
Torna ai contenuti | Torna al menu