Bau Biologie - Storia - CEMLAB

Vai ai contenuti
Metodi > Baubiologie

Bau Biologie - Storia

Il termine Baubiologie ovvero Building Biology o anche Architettura Biologica è stato coniato dal Dr. Hubert Palm, un medico tedesco. Nella sua pratica medica, egli osservò che un sempre maggiore numero di pazienti soffrivano di mal di testa, cattiva qualità del sonno e allergie. Per cercare di scoprire cosa causava tale aumento misterioso di   malesseri e malattie, egli non solo si mise ad analizzare da vicino le diete dei suoi pazienti, ma anche gli edifici dove trascorrevano la maggior parte di tempo per vivere, lavorare, dormire. Divenne a lui evidente che quando la "terza pelle", termine da lui usato per   indicare la casa, è malata, la guarigione diventa impossibile per gli occupanti. Nel 1968, ha riassunto le sue scoperte nel libro "Das gesunde Haus – Das kranke Haus und seine Heilung [La Casa Sana o Come Guarire un edificio Malato]"
Peter Schmid (PhD), un innovativo architetto austriaco, abile studioso e istruttore di yoga, decise all'inizio della sua carriera di lavorare solamente per progetti di costruzione   che non danneggiano la nostra salute, inquinano il nostro ambiente, nè danneggiano i paesi del "terzo mondo". Nel 1970 ha co-fondato il primo istituto al mondo di architettura biologica in Austria, IBO.
In Germania, l'ingegnere del legno Anton Schneider (PhD) tenne nel 1972 il primo corso di architettura biologica all'Università tecnica di Rosenheim. Quattro anni dopo, egli fondò il Institut fur Baubiologie+Okologie (Istituto di Architettura Biologica + Ecologia Neubeuern) IBN che tra le varie attività pubblica, aggiorna e promuove un corso per corrispondenza in architettura biologica. Ai nostri giorni l'architettura biologica è insegnata come parte degli studi di architettura in molte università tedesche.
Sempre nel 1970, anche in Svizzera è stato fondato un Istituto di Architettura Biologica; è ad oggi conosciuto con il nome di Associazione Svizzera di Architettura Biologica/ Architettura Ecologica.
Nel 1987, l'architetto Helmut Ziehe, allievo del professor Helmut Ziehe, prese il messaggio dell'architettura biologica e lo trasferì oltreoceano fondando l'International Institute of Building Biology and Ecology in Clearwater (USA).
Tra il 1987 e il 1992, Wolfgang Maes, giornalista e consulente ambientale di architettura biologica, sviluppò - in collaborazione con IBN, scienziati e medici - lo Standard dei Metodi di Verifica per Architettura Biologica, sulla base di osservazioni empiriche e della scienza disponibile. Le raccomandazioni di esposizione delle allegate Linee Guida di Valutazione di Architettura Biologica sono specificatamente riferite alle le zone notte. Questa norma comprende non soltanto una vasta gamma di inquinanti indoor inclusi solventi, biocidi, metalli pesanti, muffe, polveri ed allergeni, ma anche campi elettromagnetici a bassa e alta frequenza, radon, rumore e molti altri fattori ambientali. Dopo oltre 5000 rilievi, Wolfgang Maes pubblicò nel 1992 le sue scoperte nel bestseller “Stress durch Strom und Strahlung" [Stress causato da Inquinamento Elettromagnetico].
Al fine di garantire il controllo della qualità con cui sono utilizzati i protocolli di verifica, è stata fondata in Germania nel 1998 la prima associazione di professionisti di Architettura   Biologica Berufsverband Deutscher Baubiologen (VDB) [Associazione Tedesca di professionisti di Architettura Biologica], e nel 1999 è stata pubblicata la prima edizione delle linee guida VDB sulle verifiche fisiche, chimiche e microbiologiche.
Per lo stesso fine, è stata fondata nel 2002 Verband Baubiologie (VB) [Associazione di Architettura Biologica], un'altra associazione per la promozione dell'accesso   all'informazione di architettura biologica e in stretta cooperazione con l'Istituto di Architettura Biologica + Ecologia Neubeuern.

Torna a home page di Baubiologie.
carrello
Torna ai contenuti