Benvenuti nella Bacheca dei Forum di Cemlab. Ogni forum presente è un'occasione di discussione su un'area tematica. Iscriviti o effettua il login.

Presentato il Quaderno Operativo per la formazione in materia di salute e sicurezza in ambienti di lavoro

Si riportano in questo forum le notizie generali e gli aggiornamenti generali legati al tema dell'inquinamento elettromagnetico in ambienti di vita, le iniziative sulla sensibilizzazione dell'opinione pubblica su temi di precauzione e iniziative di attivismo in generale.
Rispondi
Avatar utente
Cemlab-1
Amministratore
Messaggi: 11
Iscritto il: 24/08/2018, 23:37

Presentato il Quaderno Operativo per la formazione in materia di salute e sicurezza in ambienti di lavoro

Messaggio da Cemlab-1 » 14/09/2018, 21:20

Il Dipartimento di Prevenzione dell'Azienda Sanitaria Provinciale di Catania ha presentato oggi il Quaderno Operativo per la formazione dei docenti - formatori in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Si tratta di un corposo quaderno illustrato (oltre 300 pagine), arricchito da inserti multimediali, che illustra i vari rischi che possono essere presenti in ambienti di lavoro, in maniera semplice e fruibile a partire dai banchi di scuola. Infatti, l'iniziativa è stata presentata oggi proprio in una scuola di Catania, alla presenza dell'Assessore per la Salute della Regione Siciliana, dei Dirigenti dell'ASP, dei Dirigenti scolastici, del Direttore del Dipartimento di Prevenzione ASP di Catania, Dott. Ing. Antonio Leonardi e degli ingegneri Elisa Gerbino e Valeria Vecchio, che hanno curato l'opera.

Il Quaderno Operativo viene distribuito gratuitamente. Può essere trovato online e letto facilmente, perché molto scorrevole e chiaro nei contenuti esposti.

Il quaderno vuole essere una sorta di vademecum e uno strumento di buone pratiche tra i docenti nelle scuole e gli addetti del settore. Esso menziona, tra i vari rischi da valutare, anche quello elettromagnetico, nelle pagine 221-224. Seppure questo rischio sia brevemente citato, a proposito dei "Campi elettromagnetici di origine interna all'edificio scolastico", viene correttamente riportato che le esposizioni sono generalmente inferiori a quelle previste dalla normativa vigente. E questo è vero e lo confermo. Tuttavia, viene anche riportato che i campi elettromagnetici che vengono prodotti all’interno degli edifici scolastici costituiscono un rischio per la salute di allievi e personale, nell’uso continuativo e diffuso a tutti i livelli di apparecchiature e impianti elettrici ed informatici, sia negli ambienti domestici che in quelli di vita. E anche questo concetto, sebbene sia poco riconosciuto dalla prassi attuale di valutazione, lo condivido in generale.

In particolare, in un'ottica di minimizzazione delle esposizioni continuative a campi elettromagnetici in radiofrequenza prodotte all'interno degli edifici scolastici, ritengo sia imperativo minimizzare o proprio evitare del tutto l'utilizzo di sistemi wireless per la connettività in rete delle apparecchiature presenti, un possibile cancerogeno di classe 2B (come classificato da IARC nel 2011) e un agente potenzialmente in grado di causare problemi sanitari anche di altra natura a soggetti esposti, sia che appartengano al corpo docente e di supporto che alla popolazione studentesca. Esistono anche vari altri aspetti del rischio elettromagnetico, quasi mai valutati in ambito scolastico, che posso sviluppare a richiesta di qualunque docente o responsabile interessato al tema.

Credo che l'iniziativa dell'ASP di Catania vada nella direzione giusta, perché, specialmente in Sicilia ma anche nel resto del paese, spesso manca la cultura di base e le informazioni più scontate circolano poco.

Riferimenti:
[1] Quaderno Operativo (formato PDF - 11 MB)
[2] Presentazione del 14 Settembre

Rispondi

Torna a “Notizie generali - Opinione pubblica (Forum pubblico)”