Benvenuti nella Bacheca dei Forum di Cemlab. Ogni forum presente è un'occasione di discussione su un'area tematica. Iscriviti o effettua il login.

L'Istituto Ramazzini risponde a ICNIRP

Si riportano in questo forum le notizie generali e gli aggiornamenti generali legati al tema dell'inquinamento elettromagnetico in ambienti di vita, le iniziative sulla sensibilizzazione dell'opinione pubblica su temi di precauzione e iniziative di attivismo in generale.
Rispondi
Avatar utente
Cemlab-2
Messaggi: 16
Iscritto il: 26/08/2018, 16:33

L'Istituto Ramazzini risponde a ICNIRP

Messaggio da Cemlab-2 » 14/09/2018, 19:08

Nei giorni scorsi la Commissione Internazionale per la Tutela dalle Radiazioni non Ionizzanti (ICNIRP - istituto privato tedesco, commissione formata da dodici membri "esperti", ndr) ha definito “non convincenti” gli esiti degli studi condotti dall’Istituto Ramazzini e dal National Toxicology Program (NTP) sull'esposizione a campi elettromagnetici in radiofrequenza. Di seguito le osservazioni della Dottoressa Fiorella Belpoggi, direttrice del Centro di ricerca sul cancro “Cesare Maltoni” dell’Istituto Ramazzini.
1. For sure both NTP and RI studies were well performed, no bias affecting the results. ICNIRP confirms that.
2. Shwannomas are tumors arising from the Schwann cells, they are peripheral glial cells which cover and protect the surface of all nerves diffused throughout the body; so vestibular (acoustic nerve) and heart schwannomas have the same tissue of origin: ICNIRP seems to ignore that;
3. In rats, increases in malignant heart schwannomas, malignant glial tumors of the brain and Schwann Cells Hyperplasia (a pre-malignant lesion) are rare yet these lesions were observed in exposed animals of both laboratories, at thousands of kilometers distance, in a wide range of RFR exposures studied. These findings could not be interpreted as occurring “by chance”.
4. We are scientists, our role is to produce solid evidence for hazard and risk assessment. Underestimating the evidence from carcinogen bioassays and delays in regulation have already proven many times to have severe consequences, as in the case of asbestos, smoking and vynil chloride. This position of ICNIRP represents its own responsibility toward citizens and public health.
5. ICNIRP is not a public health agency that routinely evaluates carcinogens. On the other hand, an independent agency that has evaluated over 1000 agents, IARC, as early as 2013 classified RFR as a possible carcinogen on the basis of limited evidence in humans and limited evidence in animals. The studies of the RI and NTP will certainly contribute to the burden of evidence that IARC and other public health agencies can draw upon as a solid base for the re-evaluation of RFR carcinogenicity.
Traduzione:
1. Sicuramente gli studi NTP (National Toxicology Program - USA) e RI (Istituto Ramazzini - Italia) sono stati ben eseguiti, senza pregiudizi sui risultati. ICNIRP lo conferma.
2. Gli shwannomi sono tumori derivanti dalle cellule di Schwann, sono cellule gliali periferiche che coprono e proteggono la superficie di tutti i nervi diffusi in tutto il corpo; conseguentemente il vestibolare (nervo acustico) e gli schwannomi cardiaci hanno lo stesso tessuto di origine: ICNIRP sembra ignorarlo;
3. Nei ratti aumentano gli schwannomi cardiaci maligni, i tumori gliali maligni del cervello e l'iperplasia delle cellule di Schwann (una lesione pre-maligna), ma queste lesioni sono state osservate negli animali esposti di entrambi i laboratori, a migliaia di chilometri di distanza, in un ampia gamma di esposizioni a radiofrequenza studiate. Queste scoperte non potevano essere interpretate come avvenute "per caso".
4. Siamo scienziati, il nostro ruolo è di produrre prove solide per la valutazione dei pericoli e dei rischi. La sottostima delle prove dei biotest sui cancerogeni e i ritardi nella regolamentazione hanno già dimostrato molte volte di avere gravi conseguenze, come nel caso dell'amianto, del fumo e del cloruro di vinile. Questa posizione di ICNIRP rappresenta la propria responsabilità nei confronti dei cittadini e della salute pubblica.
5. L'ICNIRP non è un'agenzia di sanità pubblica che valuta abitualmente agenti cancerogeni. D'altra parte, un'agenzia indipendente che ha valutato oltre 1000 agenti, IARC, già nel 2013 ha classificato la RTA come possibile cancerogeno sulla base di prove limitate negli esseri umani e prove limitate negli animali. Gli studi del RI e dell'NTP contribuiranno certamente all'onere delle prove che la IARC e altre agenzie di sanità pubblica possono trarre da una solida base per la rivalutazione della cancerogenicità della RFR.


Alla recente conferenza internazionale organizzata a Londra da "Children with Cancer UK), la Dott.ssa Belpoggi risponde a ICNIRP.


Fonte: https://www.ramazzini.org/comunicato/on ... allicnirp/
Riferimenti:
[1] https://microwavenews.com/short-takes-a ... irp-ntp-ri
[2] Presentazione (in inglese) della Dott.ssa Belpoggi presso "Children with Cancer UK International Conference", 13 Settembre 2018

Nota ICNIRP allegata
ICNIRPnote2018.pdf
Nota ICNIRP su studi di Ramazzini e di NTP
(724.76 KiB) Scaricato 134 volte

Rispondi

Torna a “Notizie generali - Opinione pubblica (Forum pubblico)”